delete

Contattaci

back to resources

Introduzione a Qlik Sense, piattaforma di Business Intelligence avanzata

data
22/5/2023
data progetto
autore
Carla Melia
cliente
partnership
url
No items found.

In questo articolo andremo ad approfondire Qlik Sense, una piattaforma di Business Intelligence avanzata che consente di analizzare grandi quantità di dati in modo rapido e intuitivo. Grazie a Qlik Sense, gli utenti possono creare dashboard interattive, report personalizzati e visualizzazioni dati dinamiche che permettono di comprendere in modo immediato i dati e di prendere decisioni informate.

In particolare andremo a sviluppare una dashboard base, per poi introdurre 3 elementi molto importanti, seppur un po’ più avanzati:

  • la SetAnalysis,
  • l’utilizzo di estensioni esterne,
  • l’implementazione di estensioni personalizzate.

Qlik Sense: cos'è e funzionalità

Qlik Sense è una piattaforma self-service BI, il che significa che gli utenti possono creare report e dashboard senza la necessità di conoscenze tecniche avanzate. La piattaforma è stata progettata per essere intuitiva e facile da usare, con una serie di strumenti drag-and-drop che consentono di creare visualizzazioni dati in modo rapido e semplice.

La piattaforma è stata sviluppata dall'azienda svedese Qlik, fondata nel 1993, ed è stata rilasciata nel 2014. Qlik Sense è la naturale evoluzione di QlikView, una piattaforma di Business Intelligence precedentemente rilasciata dall'azienda. Con Qlik Sense, Qlik ha cercato di creare un prodotto più moderno e user-friendly, che possa essere utilizzato da tutti gli utenti.

I vantaggi di Qlik Sense

Uno dei vantaggi di Qlik Sense è la sua capacità di integrarsi con una vasta gamma di fonti dati. La piattaforma supporta infatti una varietà di formati di file, tra cui Excel, CSV, XML e JSON, ed è in grado di accedere a database SQL e NoSQL, servizi cloud e molte altre fonti dati. Ciò significa che gli utenti possono analizzare i dati provenienti da molte fonti diverse, compresi dati di marketing, vendite, finanza e risorse umane. 

Grazie alla sua architettura associativa, QS consente di analizzare i dati in modo flessibile e dinamico. Gli utenti possono esplorare i dati in modo intuitivo, fare drill-down in dettaglio e creare associazioni tra i dati che non erano state inizialmente previste. In questo modo, Qlik Sense consente di scoprire nuove correlazioni e tendenze che potrebbero essere altrimenti nascoste.

Inoltre, offre una vasta gamma di funzionalità avanzate per l'analisi dei dati, tra cui:

  • la creazione di regole di business,
  • la modellizzazione predittiva,
  • l'analisi delle serie storiche.

Queste funzionalità consentono di analizzare i dati in modo approfondito e di ottenere una maggiore comprensione del business.

Infine, Qlik Sense offre anche una serie di strumenti di collaborazione, che consentono agli utenti di condividere i propri report e dashboard con altri utenti all'interno dell'organizzazione. In questo modo, gli utenti possono lavorare insieme per analizzare i dati e prendere decisioni informate.

Qlik Sense Tutorial: come creare una dashboard base

In questo tutorial base su Qlik Sense, utilizzeremo un esempio per mostrare come creare una dashboard interattiva utilizzando diverse funzionalità avanzate della piattaforma.

L'esempio che utilizzeremo riguarda le vendite di un negozio online di abbigliamento.

Step 0: Scarichiamo QlikSense

Per scaricare Qlik Sense, è necessario seguire questi passaggi:

  • Accedere al sito web ufficiale di Qlik all'indirizzo https://www.qlik.com/
  • Fare clic sul pulsante "Prova ora"nella parte superiore della pagina
  • Selezionare "Qlik Sense" dal menu a discesa
  • Inserire le informazioni richieste nel modulo di registrazione e fare clic su "Invia"
  • Verrà visualizzata una pagina di download con le opzioni per scaricare Qlik Sense Desktop, Qlik Sense Enterprise o altre edizioni di Qlik Sense
  • Selezionare l'edizione di Qlik Sense che si desidera scaricare e fare clic sul pulsante "Download"
  • Attendere il completamento del download.

Una volta scaricato Qlik Sense, è possibile installarlo sul proprio computer seguendo le istruzioni fornite durante il processo di installazione.

Step 1: Caricare i dati in Qlik Sense

Il primo passo per creare la dashboard è caricare i dati in Qlik Sense.

In questo esempio, i dati sono stati salvati in un file CSV. Per caricare i dati, fare clic sul pulsante "Carica dati" nella barra laterale di sinistra, quindi selezionare il file CSV.

Supponiamo di avere i dati relativi alle vendite di vari prodotti categorizzati sull'arco di un periodo temporale di 2 anni in vari Paesi. È possibile trovare un dataset simile al link https://community.tableau.com/s/download

Qlik Sense Tutorial - Caricare i dati

Step 2: Creare le visualizzazioni

Una volta caricati i dati, è possibile creare le visualizzazioni per la dashboard. In questo esempio, creeremo quattro visualizzazioni:

  1. una mappa che mostra le vendite per regione,
  2. un grafico a barre che mostra le vendite per categoria di prodotto,
  3. un grafico a linee che mostra le vendite nel tempo,
  4. una tabella che mostra le vendite per Paese.
Qlik Sense Tutorial - Creare le visualizzazioni

Per creare una mappa, trascinare il campo "Regione" nella sezione "Dimensioni" della visualizzazione mappa e il campo "Vendite" nella sezione "Misure".

Per creare un grafico a barre, trascinare il campo "Categoria" nella sezione "Dimensioni" del grafico a barre e il campo"Vendite" nella sezione "Misure".

Per creare un grafico a linee, trascinare il campo "Data" nella sezione "Dimensioni" del grafico a linee e il campo "Vendite" nella sezione "Misure".

Infine, per creare una tabella, trascinare i campi "Paese" e"Vendite" nella sezione "Dimensioni" e "Misure", rispettivamente.

Step 3: Creare filtri e selezioni

Per rendere la dashboard interattiva, è possibile creare filtri e selezioni. In questo esempio, creeremo un filtro per selezionare il periodo di tempo delle vendite e una selezione per mostrare le vendite per un Paese specifico.

Per creare un filtro, fare clic sul pulsante "Aggiungi filtro" nella barra laterale di sinistra e selezionare il campo "Data". Per creare una selezione, fare clic sulla tabella delle vendite per Paese e selezionare il Paese desiderato.

Qlik Sense Tutorial - Creare filtri e selezioni

Step 4: Aggiungere funzionalità avanzate

Una volta create le visualizzazioni di base e le selezioni, è possibile aggiungere funzionalità avanzate. In questo esempio, aggiungeremo una funzione di analisi delle serie storiche per il grafico a linee e una funzione di drill-down per il grafico a barre.

Per aggiungere l'analisi delle serie storiche al grafico a linee, fare clic sul grafico a linee e selezionare l'opzione "Analisi delle serie storiche" dal menu a discesa. Per aggiungere il drill-down al grafico a barre, fare clic sul grafico a barre e selezionare l'opzione"Drill-down" dal menu a discesa.

Step 5: Creare la dashboard finale

Infine, è possibile combinare le visualizzazioni, in un'unica tab o separarle in più sezioni separate navigabili con le frecce in alto a destra.

È possibile prendere maggiore familiarità con lo strumento seguendo un corso come il seguente che è in grado di darci le basi per l’utilizzo di Qlik Sense.

Utilizzo della Set Analysis

Set Analysis è una potente funzionalità di Qlik Sense che consente di creare espressioni personalizzate basate su un set specifico di dati.

In pratica, Set Analysis permette di definire condizioni per selezionare un subset di dati da utilizzare in un'analisi, consentendo di creare espressioni molto precise e dettagliate.

Qlik Sense - Set Analysis

In questo esempio, utilizzeremo Set Analysis per creare un grafico che mostra le vendite totali del nostro negozio di abbigliamento online solo per i clienti che hanno effettuato almeno 3 acquisti.

Step 1: Definire il set di dati

Per iniziare, definiremo il set di dati che utilizzeremo nell'espressione Set Analysis. In questo caso, vogliamo selezionare solo i clienti che hanno effettuato almeno 3 acquisti. Quindi, definiremo il nostro set di dati come tutti i clienti che hanno effettuato almeno 3 acquisti: 

{<CustomerID= {"=Count(Distinct OrderID) >= 3"}>}

In questo set di dati, stiamo selezionando solo i record in cui il conteggio distinti degli OrderID è maggiore o uguale a 3.

Step 2: Creare l'espressione Set Analysis

Una volta definito il set di dati, possiamo utilizzare l'espressione Set Analysis per creare il nostro grafico. In questo esempio, creeremo un grafico a barre che mostra le vendite totali per i clienti selezionati dal nostro set di dati: 

sum({<CustomerID= {"=Count(Distinct OrderID) >= 3"}>} SalesAmount)

In questa espressione, stiamo utilizzando la funzione Sum per calcolare le vendite totali e la sintassi Set Analysis per selezionare solo i clienti che hanno effettuato almeno 3 acquisti.

Step 3: Aggiungere l'espressione Set Analysis al grafico

Infine, aggiungeremo l'espressione Set Analysis al nostro grafico. Per fare ciò, trasciniamo il campo "SalesAmount" nella sezione "Misure" del nostro grafico a barre e inseriamo l'espressioneSet Analysis nell'editor di espressioni:

sum({<CustomerID= {"=Count(Distinct OrderID) >= 3"}>} SalesAmount)

Una volta aggiunta l'espressione, il nostro grafico a barre mostrerà solo le vendite totali dei clienti che hanno effettuato almeno 3 acquisti.

In sintesi, Set Analysis è una funzionalità molto utile diQlik Sense che consente di creare espressioni personalizzate basate su un set specifico di dati. Utilizzando Set Analysis, è possibile creare analisi dettagliate e precise che rispondono alle esigenze specifiche dell'utente.

Utilizzo di estensioni esterne

Le estensioni in Qlik Sense sono uno strumento estremamente utile per personalizzare l'aspetto e la funzionalità delle nostre dashboard. In questo tutorial, utilizzeremo un esempio per mostrare come utilizzare le estensioni in Qlik Sense.

Qlik Sense - Estensioni: Sankey Chart

Step 1: Scaricare e installare un'estensione

Il primo passo per utilizzare un'estensione in Qlik Sense è scaricare l'estensione desiderata e installarla nel nostro ambiente Qlik Sense. Ci sono molte estensioni disponibili sul Qlik Branch, una community di sviluppatori che condividono le loro estensioni con altri utenti Qlik. Per questo esempio, utilizzeremo l'estensione "D3 Sankey Diagram", disponibile su Qlik Branch.

Per scaricare l'estensione, è sufficiente andare sul sito Qlik Branch e cercare l'estensione desiderata. Una volta trovata, fare clic sul pulsante"Download" e salvare il file ZIP. Quindi, aprire Qlik Sense Desktop e fare clic sul pulsante "Estensioni" nella barra laterale sinistra. Fare clic sul pulsante "Importa" e selezionare il file ZIP appena scaricato. Qlik Sense installerà automaticamente l'estensione.

Step 2: Creare un grafico con l'estensione

Una volta installata l'estensione, possiamo utilizzarla per creare un grafico personalizzato nella nostra dashboard. Per fare ciò, andare alla nostra dashboard e fare clic sul pulsante "Modifica" in alto a destra. Quindi, selezionare il foglio su cui vogliamo aggiungere il grafico e fare clic sul pulsante "Aggiungi oggetto" nella barra laterale sinistra. Selezionare "Estensione" e scegliere l'estensione appena installata dalla lista.

In questo esempio, utilizzeremo l'estensione "D3 Sankey Diagram" per creare un grafico che mostra il flusso di traffico sul nostro sito web. Selezioniamo quindi l'estensione "D3 Sankey Diagram" dalla lista e trasciniamo il campo "Sorgente", "Destinazione" e"Valore" nella sezione "Misure" dell'editor dell'estensione. Configuriamo anche l'aspetto del grafico selezionando un tema, un titolo e impostazioni di larghezza e altezza. 

Step 3: Aggiungere l'estensione al nostro foglio

Infine, aggiungiamo il grafico appena creato alla nostra dashboard. Fare clic sul pulsante "Aggiungi oggetto" e selezionare"Grafico" dalla lista. Selezionare quindi il grafico "D3 Sankey Diagram" appena creato e configurarlo secondo le nostre preferenze. Salviamo la nostra dashboard e visualizziamola in modalità presentazione.

In questo esempio, abbiamo utilizzato l'estensione "D3 Sankey Diagram" per creare un grafico personalizzato che mostra il flusso di traffico sul nostro sito web. Tuttavia, ci sono molte altre estensioni disponibili su Qlik Branch che consentono di personalizzare ulteriormente le nostre dashboard Qlik Sense.

Implementazione di estensioni personalizzate 

Le estensioni personalizzate in Qlik Sense consentono agli sviluppatori di creare oggetti personalizzati che possono essere utilizzati all'interno delle dashboard. Questi oggetti personalizzati possono essere utilizzati per visualizzare dati in modo innovativo, integrare funzionalità personalizzate o per fornire una nuova esperienza utente.

In questo tutorial, vedremo come implementare una semplice estensione personalizzata in Qlik Sense.

Step 1: Creare un nuovo progetto di estensione

Per creare una nuova estensione personalizzata in QlikSense, abbiamo bisogno di un ambiente di sviluppo. È possibile utilizzare qualsiasi ambiente di sviluppo di propria scelta, come Visual Studio Code o Sublime Text. In questo esempio, utilizzeremo Visual Studio Code.

Creare una nuova cartella per la nostra estensione e aprire Visual Studio Code. Quindi, aprire la cartella della nostra estensione inVisual Studio Code e creare un nuovo file "qlik-sense-extension.js".Questo file sarà il file principale della nostra estensione.

Step 2: Definire la nostra estensione

Nel nostro file "qlik-sense-extension.js", definiremo la nostra estensione. Definiremo il nome dell'estensione, la versione e altre informazioni. Quindi, definiamo anche i parametri di input che la nostra estensione riceverà.

Step 3: Aggiungere il codice della nostra estensione

Una volta definita la nostra estensione, possiamo aggiungere il codice necessario per creare il nostro oggetto personalizzato. In questo esempio, creeremo un semplice grafico a barre che visualizza il valore di un campo.

Per creare il grafico a barre, utilizzeremo la libreria D3.js. Questa libreria ci consente di creare grafici personalizzati utilizzandoJavaScript. Aggiungiamo quindi il codice necessario per creare il nostro grafico a barre utilizzando D3.js.

Step 4: Testare la nostra estensione

Ora che abbiamo scritto il codice della nostra estensione, possiamo testarla all'interno di Qlik Sense. Per fare ciò, possiamo utilizzare il "Qlik Sense Dev-Hub". Accedere al Dev-Hub tramite il browser, fare clic su "Estensioni" e quindi selezionare "Carica estensione". Selezionare la nostra estensione dal computer e fare clic su"Apri".

La nostra estensione verrà caricata in Qlik Sense e potremo testarla creando una nuova dashboard. Selezionare il grafico a barre appena creato e aggiungerlo alla dashboard. Il nostro grafico a barre dovrebbe visualizzare i dati del campo selezionato.

Step 5: Distribuire la nostra estensione

Una volta che la nostra estensione è stata testata e funziona correttamente, possiamo distribuirla ad altri utenti di Qlik Sense. Per fare ciò, possiamo creare un pacchetto di estensione che contiene il nostro file "qlik-sense-extension.js", insieme a qualsiasi altra risorsa necessaria, come file CSS o immagini.

Conclusioni

Come abbiamo visto in questa overview, Qlik Sense è davvero una piattaforma per la Business Intelligence molto versatile per effettuare analisi di grandi quantità di dati in modo semplice e intuitivo, per consentire agli utenti di comprendere in modo immediato i dati e prendere decisioni informate.

Risultati

resources

Reactive Programming: parallelizzare con Project Reactor

Reactive Programming: parallelizzare con Project Reactor

Programmazione Reattiva

Reactive Programming

Project Reactor

Piattaforme E-commerce Wholesale per il settore B2B

Piattaforme E-commerce Wholesale per il settore B2B

Wholesale

B2B

Antipattern nello sviluppo software: altri errori da evitare

Antipattern nello sviluppo software: altri errori da evitare

Software Development

Antipattern nello sviluppo software: definizione, ambiti di applicazione ed esempi

Antipattern nello sviluppo software: definizione, ambiti di applicazione ed esempi

Software Development

App tattiche di supporto alla gestione dei progetti reiterativi

App tattiche di supporto alla gestione dei progetti reiterativi

App Development

Power Platform

Low Code

DevOps

Introduzione a Power Pages, il servizio Microsoft per siti web low-code

Introduzione a Power Pages, il servizio Microsoft per siti web low-code

Microsoft

Low-code

Power Platform

Introduzione a Jupyter e Seaborn per Data Analysis e Visualization

Introduzione a Jupyter e Seaborn per Data Analysis e Visualization

Jupiter

Python

Data Analysis

Data Visualization

Come utilizzare Matplotlib per la Data Visualization in Python

Come utilizzare Matplotlib per la Data Visualization in Python

Python

Data Visualization

Data Science

Data Analysis

Introduzione alla libreria Dash per Python

Introduzione alla libreria Dash per Python

Python

Data Science

Data Visualization

Data Analysis

Prime Video passa al monolite: ma allora serverless è inutile? 

Prime Video passa al monolite: ma allora serverless è inutile? 

Tableau per la Business Intelligence: introduzione, tutorial e confronto

Tableau per la Business Intelligence: introduzione, tutorial e confronto

Introduzione a Qlik Sense, piattaforma di Business Intelligence avanzata

Introduzione a Qlik Sense, piattaforma di Business Intelligence avanzata

Applicazioni Cloud Native: definizione, vantaggi e tecnologie

Applicazioni Cloud Native: definizione, vantaggi e tecnologie

Power Apps Tutorial – Case Study: come costruire una business app da zero

Power Apps Tutorial – Case Study: come costruire una business app da zero

Il futuro del gaming tra F2P, GaaS, Crypto e Play to Earn

Il futuro del gaming tra F2P, GaaS, Crypto e Play to Earn

Power Apps Basics: interfacce, implementazione & vantaggi

Power Apps Basics: interfacce, implementazione & vantaggi

Strumenti di Business Intelligence: QlikSense & Power BI a confronto

Strumenti di Business Intelligence: QlikSense & Power BI a confronto

Introduzione a Serverless: non solo Lambda Function

Introduzione a Serverless: non solo Lambda Function

Metaverso: siamo pronti a cogliere l’opportunità?

Metaverso: siamo pronti a cogliere l’opportunità?

Recap Flutter Forward 2023: le 7 novità più interessanti

Recap Flutter Forward 2023: le 7 novità più interessanti

Let's Redux React to a Game

Let's Redux React to a Game

Introduzione a PowerShell

Introduzione a PowerShell

Pago con carta: i trend dei pagamenti digitali e il futuro delle carte di credito

Pago con carta: i trend dei pagamenti digitali e il futuro delle carte di credito

NFT World: il fenomeno NFT tra metaverso, business e GameFi

NFT World: il fenomeno NFT tra metaverso, business e GameFi

Quick Escape Room

Quick Escape Room

Orbyta Invaders Ignition

Orbyta Invaders Ignition

Il lancio della nuova Identity di Orbyta parte dal Metaverso!

Il lancio della nuova Identity di Orbyta parte dal Metaverso!

development

design

metaverse

brand identity

Database a grafo in SQL Server

Database a grafo in SQL Server

Data Science Job Roles: i 4 ruoli più richiesti nel settore

Data Science Job Roles: i 4 ruoli più richiesti nel settore

Teoria dei giochi: Propagazione delle strategie

Teoria dei giochi: Propagazione delle strategie

The chosen one: .NET 5

The chosen one: .NET 5

Network Science e Social Network Analysis

Network Science e Social Network Analysis

Isolation levels on SSMS

Isolation levels on SSMS

Teoria dei Grafi

Teoria dei Grafi

Creare un podcast in automatico a partire da audio vocali e musica

Creare un podcast in automatico a partire da audio vocali e musica

Teoria dei Giochi

Teoria dei Giochi

Recommender systems: principali metodologie degli algoritmi di suggerimento

Recommender systems: principali metodologie degli algoritmi di suggerimento

Introduction to Quantum Computing and Qiskit

Introduction to Quantum Computing and Qiskit

System Versioned Tables

System Versioned Tables

Vim o non Vim

Vim o non Vim

I vantaggi di un Message Broker

I vantaggi di un Message Broker

PlayStation 5 e l'accesso ai dati: un cambio architetturale?

PlayStation 5 e l'accesso ai dati: un cambio architetturale?

Protezione dei Web Services

Protezione dei Web Services

need more info?

contattaci